Le Competenzeche cercavi
Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider

Civile

Diritto del lavoro, risarcimento danni, diritto delle successioni e donazioni, diritto di famiglia, diritto immobiliare, delle locazioni e della proprietà, diritto condominiale...
leggi tutto

Penale

Lo Studio assiste società e persone fisiche in materia dei cd. reati dei colletti bianchi e rappresenta i propri clienti in ogni relativa tipologia di procedimenti penali…
leggi tutto

Domiciliazione

Servizi di domiciliazione legale nonché di sostituzione in udienza di diritto civile, lavoro, penale, nonché di rappresentanza. La particolare posizione strategica…
leggi tutto

Strategia

L’organizzazione strategica può essere definita come la capacità del Management di gestire e coordinare tutte le risorse disponibili (umane e non) in modo coerente, efficace ed efficiente per raggiungere gli obiettivi quali - quantitativi prestabiliti in sede di pianificazione. Poniamo l’accento in particolare sull’importanza che rivestono le risorse umane con le proprie competenze e conoscenze soprattutto alla luce di come oggi la relazione con i clienti sia demandata.
La figura del professionista dovrà quindi obbligatoriamente arricchirsi di caratteristiche caratteriali e comportamentali e dovrà aggiungere al proprio bagaglio culturale nuove conoscenze che lo avvicineranno sempre più ad un vero e proprio Manager capace di gestire, coordinare e soprattutto delegare. Ne consegue che per uno studio professionale avere un buon assetto organizzativo equivale ad ottenere almeno tre vantaggi considerevoli: · il perseguimento, da un punto di vista prettamente professionale, della soddisfazione della clientela grazie all’erogazione di servizi di qualità; · una migliore distribuzione dei costi sostenuti dallo studio al fine di raggiungere il posizionamento più consono rispetto al target group evitando sprechi ed inefficienze; · una maggiore disponibilità di tempo libero per il professionista da destinare alla famiglia e ai propri hobby solitamente visti come un miraggio.

Non esiste organizzazione perfetta, ma ci sono esempi di strutture, che grazie alla migliore combinazione di risorse, umane e materiali, e conoscenze ed expertise, riescono ad ottenere vantaggi competitivi duraturi nel tempo rispetto alla concorrenza proprio perché questo mix, essendo custom fit, è difficilmente replicabile da altri e rappresenta un unicum. Inoltre un buon assetto influenza positivamente il personale di studio perché ognuno sa cosa fare, quando, come e in quanto tempo e soprattutto evita il crearsi di fastidiose zone d’ombra molto spesso causa di elevato turnover. Il primo passo da compiere per verificare se lo studio ha un valido assetto organizzativo è quello di procedere ad un audit interno volto a capire se le persone alle quali sono demandate le attività hanno ben chiare le procedure e i comportamenti da tenere sia internamente che verso la clientela, allo scopo di scoprire l’esistenza di aree di miglioramento sulle quali intervenire tempestivamente. Il controllo del corretto svolgimento delle operazioni che compongono il processo di erogazione dei servizi alla clientela ha un ruolo determinante perché incide notevolmente sulla qualità del servizio erogato dallo studio e quindi sempre, anche se non direttamente, sulla soddisfazione dei clienti. Avere clienti soddisfatti aumenta le possibilità di fidelizzazione, crea consensi e favorisce un passaparola positivo spesso causa di nuovi incarichi da parte di clienti fino ad allora solo potenziali.